Questo sito web è destinato esclusivamente a informare e dare informazioni generali sui ceppi probiotici per i professionisti del settore sanitario e alimentare

Che cosa sono i probiotici?

-  e quali sono i benefici per la salute?

Informazioni sui probiotici Definizione dei probiotici Microbioma
5 Min lettura

I probiotici sono batteri vivi associati a specifici benefici per la salute se consumati nelle giuste quantità. Per essere classificati come probiotici, i prodotti devono contenere batteri vivi caratterizzati da comprovati benefici per la salute scientificamente documentati, il prodotto deve contenere una specifica quantità (UFC) di batteri vivi.1 Specifici ceppi probiotici potrebbbero contribuire positivamente al miglioramento delle difese immunitarie, alla regolazione della motilità intestinale e dei processi digestivi, contrastare infezioni genitali e salute della cavità orale.

Nota

Per garantire specifici benefici associati alla salute, i batteri probiotici devono essere vivi al momento del consumo, ma il numero di batteri vivi e attivi in un prodotto diminuisce nel tempo perché i batteri muoiono naturalmente. Pertanto, il numero di batteri riportato sul prodotto deve essere rappresentativo della conta cellulare (UFC) al momento della scadenza del prodotto e non il numero di cellule vive (UCF) al momento della data di produzione, poiché il numero diminuirà tra queste due date. 

Qual è la definizione di probiotico?

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito i probiotici come microrganismi vivi che, se somministrati in quantità adeguate, offrono benefici alla salute dell'ospite.1  Molti alimenti e integratori contengono batteri vivi, ma solo ceppi batterici con benefici scientificamente dimostrati per la salute possono essere correttamente definiti "probiotici". 

Alimenti fermentati come kimchi e crauti contengono batteri vivi e sono stati associati a benefici per la salute, ma non sono considerati probiotici in quanto i benefici per la salute non sono stati dimostrati negli studi scientifici sull'uomo, e la "quantità adeguata" che deve essere consumata per ottenere benefici per la salute non è stata determinata.

 
Farmacista e cliente "Cosa sono i probiotici"

I fermenti probiotici devono essere vivi ...

I prodotti probiotici possono contenere da milioni fino a miliardi di batteri vivi. Tuttavia, come qualsiasi organismo vivente, i batteri muoiono naturalmente. Pertanto, il numero di batteri vivi in un prodotto probiotico diminuirà tra la data di produzione e la data di scadenza. Il numero di batteri vivi è noto come Unità Formanti Colonie (UFC).

 

... e bisogna consumarne la giusta quantità

Come già discusso, per essere classificato come probiotico, i benefici per la salute devono essere dimostrati attraverso studi clinici sull'uomo. Ogni specifico beneficio per la salute di ciascun fermento probiotico è quindi correlato alla quantità (UFC) di microorganismi vivi utilizzata per documentarne l'efficacia. Poiché il beneficio per la salute è supportato solo per una specifica quantità (UFC) di batteri vivi, al fine di ottenere un beneficio per la salute, è necessario consumare la quantità documentata.2, 3

Pertanto, è chiaro che: 

  • il numero di batteri diminuisce naturalmente nel tempo e 
  • ogni ceppo probiotico deve essere consumato in un quantità adeguata e specifica (UFC)

Questi due punti indicano che il numero di batteri (UFC) disponibili al momento della data di scadenza del prodotto probiotico (nota come "fine vita utile del prodotto") sia più importante del numero di cellule vive (UFC) al momento della produzione.

Maggiori informazioni in merito a cosa cercare quando si sceglie un probiotico.

Genere, specie, ceppo: sono importanti? 

Sì. I probiotici vengono identificati attraverso il loro genere, la loro specie e il loro ceppo. Il ceppo è importante in quanto è a questo livello che i probiotici sono stati studiati, non a livello più generico di genere o specie. 4
Ad esempio, i risultati scientifici associati al ceppo probiotico Chr. Hansen Lactobacillus rhamnosus, LGG ® (di seguito denominato attraverso il marchio LGG®) sono principalmente associati al miglioramento delle difese immunitarie e corretto funzionamento dell'apparato gastrointestinale, 5, 6, 7, 8 mentre i risultati degli studi clinici condotti utilizzando il ceppoLactobacillus rhamnosus, GR-1®  sono principalmente associati alla salute vulvovaginale delle donne. 9, 10 Entrambi questi ceppi fanno parte della specie Lactobacillus rhamnosus, ma è lo specifico ceppo (ovvero il ceppo LGG® o GR-1®) ad essere associato ai risultati dello studio e a specifici benefici per la salute.

I probiotici possono apportare benefici alla salute umana

I probiotici vengono scientificamente e clinicamente studiati da decenni e sono stati dimostrati diversi benefici per la salute umana. Di seguito sono elencati alcuni esempi dei benefici per la salute a cui sono stati associati i ceppi probiotici.

Stato di salute del sistema digestivo 

In diversi studi scientifici, l'integrazione con prodotti probiotici contenenti il ceppo Chr. Hansen Bifidobacterium, BB-12® (di seguito indicato attraverso l'uso del marchio registrato BB-12®) è stata associata ad una maggiore regolarità dei movimenti intestinali in adulti che in precedenza avevano movimenti intestinali irregolari,11, 12, 13 e a una ridotta incidenza di pianto e irritabilità nei neonati.14 Clicca qui per maggiori informazioni sui probiotici e su pianto eccessivo e irritabilità nei neonati.

 

Salute del sistema immunitario

Gli studi suggeriscono che il miglioramento del sistema immunitario dei bambini e neonati può essere positivamente influenzato dall'assunzione di fermenti probiotici. I ceppi probiotici dell’azienda Chr. Hansen BB-12® e LGG® sono stati associati a una minore incidenza di disturbi respiratori,15, 16 ad una riduzione dei disturbi respiratori con durata superiore a 3 giorni,7 a meno giorni di fastidi respiratori,7 e un numero minore di disturbi che hanno interessato le orecchie.16
Clicca qui per maggiori informazioni sui probiotici e sulla salute respiratoria.
Scienziato che analizza i probiotici

Salute urogenitale

I ceppi probiotici sono stati associati anche alla salute urogenitale delle donne. Ad esempio, alcuni studi scientifici hanno associato la miscela probiotica di Chr. Hansen, UREX  (contenente Lactobacillus rhamnosus, GR-1® e Lactobacillus reuteri, RC-14®) a benefici per la salute del tratto urinario9 e per la salute vaginale.10, 17, 18, 19 

Salute orale 

Nei bambini, consumare prodotti probiotici contenenti il ceppo probiotico di Chr. Hansen LGG® è stato associato a benefici per la salute orale. 20, 21

Concetti chiave

Quando si sceglie un prodotto probiotico, è importante considerare che: 

  • I benefici per la salute offerti dai ceppi probiotici sono specifici di ogni particolare ceppo probiotico e della quantità (UFC) del ceppo probiotico analizzato negli studi scientifici.
  • I benefici osservati non sono generalizzabili in altri ambiti sanitari o ceppi.

Consultare un professionista sanitario per maggiori informazioni sui probiotici
Per ulteriori informazioni sui ceppi probiotici di Chr. Hansen, fare clic qui.

BB-12®, GR-1®, LGG® e UREX sono marchi registrati di Chr. Hansen A/S.

L'articolo è fornito per scopi informativi riguardanti i probiotici e non intende suggerire che qualsivoglia sostanza citata nel documento sia destinata a diagnosticare, curare, mitigare, trattare o prevenire qualsiasi malattia.

 

Elenco bibliografico

1. Hill C, et al. The International Scientific Association for Probiotics and Prebiotics consensus statement on the scope and appropriate use of the term probiotic. Nat Rev Gastroenterol Hepatol. 2014;11:506. (PubMed)

2. Hoffmann DE, et al. Probiotics: achieving a better regulatory fit. Food Drug Law J. 2014;69(2): 237-ii. (PubMed)

3. Jackson SA, et al. Improving End-User Trust in the Quality of Commercial Probiotic Products. Front Microbiol. 2019;10:739. (PubMed)

4. McFarland LV, et al. Strain-Specificity and Disease-Specificity of Probiotic Efficacy: Revisione sistemica e meta-analisi. Frontiers in medicine. 2018;5:124-. (PubMed)

5. de Vrese M, et al. Probiotic lactobacilli and bifidobacteria in a fermented milk product with added fruit preparation reduce antibiotic associated diarrhea and Helicobacter pylori activity. J Dairy Res. 2011;78(4):396-403. (PubMed)

6. Pärtty A, et al. Effects of Early Prebiotic and Probiotic Supplementation on Development of Gut Microbiota and Fussing and Crying in Preterm Infants: Studio randomizzato, placebo controllato in doppio cieco. The Journal of Pediatrics. 2013; 163 (5): 1272-7.e2. (PubMed)

7. Hojsak I, et al. Lactobacillus GG in the prevention of nosocomial gastrointestinal and respiratory tract infections. Pediatrics. 2010;125 (5): e1171-7. (PubMed)

8. Hojsak I, et al. Lactobacillus GG in the prevention of gastrointestinal and respiratory tract infections in children who attend day care centers: a randomized, double-blind, placebo-controlled trial. Clin Nutr. 2010;29 (3): 312-6. (PubMed)

9. Beerepoot MA, et al. Lactobacilli vs antibiotics to prevent urinary tract infections: a randomized, double-blind, noninferiority trial in postmenopausal women. Arch Intern Med. 2012;172(9): 704-12. (PubMed)

10. Petricevic L, et al. Randomized, double-blind, placebo-controlled study of oral lactobacilli to improve the vaginal flora of postmenopausal women. Eur J Obstet Gynecol Reprod Biol. 2008;141(1): 54-7. (PubMed)

11. Eskesen D, et al. Effect of the probiotic strain Bifidobacterium animalis subsp. lactis, BB-12®, on defecation frequency in healthy subjects with low defecation frequency and abdominal discomfort: a randomised, double-blind, placebo-controlled, parallel-group trial. Br J Nutr. 2015; 114 (10): 1638-46. (PubMed)

12. Uchida K, et al. Effect of fermented milk containing Bifidobacterium lactis BB-12 on stool frequency, defecation, fecal microbiota and safety of excessive ingestion in healthy female students. Journal of Nutritional Food. 2005;8:39-51. 

13. Pitkala KH, et al. Fermented cereal with specific bifidobacteria normalizes bowel movements in elderly nursing home residents. Studio randomizzato controllato. J Nutr Health Aging. 2007;11(4):305-11. (PubMed)

14. Nocerino R, et al. The therapeutic efficacy of Bifidobacterium animalis subsp. lactis BB-12® in infant colic: Studio randomizzato, placebo controllato in doppio cieco. Aliment Pharmacol Ther. 2020 . (PubMed)

15. Taipale T, et al. Bifidobacterium animalis subsp. lactis BB-12 in reducing the risk of infections in infancy. Br J Nutr. 2011;105 (3): 409-16. (PubMed)

16. Rautava S, et al. Specific probiotics in reducing the risk of acute infections in infancy--a randomised, double-blind, placebo-controlled study. Br J Nutr. 2009; 101 (11): 1722-6. (PubMed)

17. Martinez RC, et al. Miglioramento nel trattamento della candidiasi vulvovaginare con fluconazolo e probiotico Lactobacillus rhamnosus GR-1 e Lactobacillus reuteri RC-14. Lett Appl Microbiol. 2009;48 (3): 269-74. (PubMed)

18. Vujic G, et al. Efficacy of orally applied probiotic capsules for bacterial vaginosis and other vaginal infections: a double-blind, randomized, placebo-controlled study. Eur J Obstet Gynecol Reprod Biol. 2013;168(1): 75-9. (PubMed)

19. Anukam K, et al. Augmentation of antimicrobial metronidazole therapy of bacterial vaginosis with oral probiotic Lactobacillus rhamnosus GR-1 and Lactobacillus reuteri RC-14: randomized, double-blind, placebo controlled trial. Microbes Infect. 2006;8 (6): 1450-4. (PubMed)

20. Nase L, et al. Effect of long-term consumption of a probiotic bacterium, Lactobacillus rhamnosus GG, in milk on dental caries and caries risk in children. Caries Res. 2001;35 (6): 412-20. (PubMed)

21. Glavina D, et al. Effect of LGG yoghurt on Streptococcus mutans and Lactobacillus spp. salivary counts in children. Coll Antropol. 2012;36 (1): 129-32. (PubMed)

Cosa sono

i probiotici?

Scopri di più su cosa sono i probiotici e su come influenzano le condizioni di salute

Cosa fare

cerca

Leggi i consigli chiave su come scegliere un prodotto probiotico di alta qualità

I nostri ceppi

Scopri di più su alcuni dei ceppi probiotici più documentati al mondo e sui loro diversi benefici per la salute

ShareModalLabel