Questo sito web è destinato esclusivamente a informare e dare informazioni generali sui ceppi probiotici per i professionisti del settore sanitario e alimentare

Quando si viaggia, soffrire di disturbi di stomaco è piuttosto comune 

- ceppi probiotici specifici possono essere di aiuto  

Salute intestinale Feci molli BB-12® LGG® LA-5®
6 Min lettura

Quando si viaggia all'estero, è normale che si verifichino disturbi allo stomaco e feci molli. Studi scientifici hanno suggerito che il consumo di Lactobacillus rhamnosus, ceppo probiotico LGG® 1, 2 (di seguito denominato con l'uso del marchio LGG ®) o di una miscela specifica di ceppi probiotici Bifidobacterium, BB-12®, Lactobacillus acidophilus, LA-5®, Streptococcus thermophilus, STY-31 e Lactobacillus bulgaricus, LBY-27™ 3, 4 (di seguito denominati con l'uso dei marchi BB-12 ®, LA-5®, STY-31 e LBY-27) possa essere associato a minori episodi di feci molli durante i viaggi. 

Le feci molli sono una delle problematiche più comuni correlate ai viaggi

Purtroppo, le vacanze e i viaggi esotici a volte vanno di pari passo con il consumo di cibo e acqua contaminati.5 Alcuni dei motivi sono l'esposizione a climi e pratiche sanitarie diversi da quelli a cui l'intestino è più abituato.5 La contaminazione alimentare e dell'acqua può verificarsi in qualsiasi parte del mondo, ma le regioni che presentano maggiori possibilità di esposizione includono il Medio Oriente, l'Africa, il Messico, l'America centrale e meridionale e l'Asia (escluso il Giappone e la Corea del Sud).6 In regioni come queste, i casi di disturbi gastrici correlati ai viaggi possono arrivare fino al 50%.7, 8

Il consumo di prodotti contaminati può causare disturbi allo stomaco, un problema che interessa l'apparato digerente e che generalmente causa feci molli e acquose e fastidio addominale.5

Nota

Viaggiare all'estero è comunemente associato a disturbi di stomaco e a feci molli.

I disturbi allo stomaco in relazione ai viaggi sono solitamente causati dal consumo di batteri nocivi

I disturbi allo stomaco correlati ai viaggi si verificano solitamente consumando alimenti contaminati da batteri fecali nocivi, come l'Escherichia coli (noto come E. coli). 9 La maggior parte dei microorganismi nocivi possono causare l'aumento del flusso di acqua e minerali verso l'intestino. 9 Ciò potrebbe creare uno squilibrio dei liquidi  che può causare un fastidioso aumento della produzione di feci. 9

Viaggiatore con intestino sano che acquista cibo al mercato

Soffrire di feci molli durante un viaggio è spiacevole e può rovinare molto più delle sole vacanze

In genere, episodi di feci molli correlate ai viaggi si verificano entro 2 settimane dall'arrivo a destinazione, ma possono verificarsi fino a 2 settimane dopo il ritorno a casa. 10 Generalmente gli episodi di feci molli correlati ai viaggi si esauriscono senza alcun tipo di intervento e durano meno di 7 giorni. 11 Tuttavia, fino al 20% delle persone che soffrono di feci molli, in seguito ad un viaggio, è costretta a letto, l'8-15% non si riprende completamente dopo una settimana e l'1% viene ricoverato in ospedale. 12

I disturbi digestivi possono essere alleviati integrando la dieta con fermenti probiotici 

Vi sono sempre più elementi che suggeriscono come i fermenti probiotici possono contribuire a supportare la salute digestiva, 1, 2, 3, 4, 13 , un importante studio riferisce che i probiotici possono supportare la salute digestiva, riducendo così i casi di feci molli correlate ai viaggi.13 Come accade per tutti i ceppi probiotici, al momento della scelta è importante verificare che il ceppo probiotico abbia un corredo clinico e scientifico pertinente nel campo di applicazione del quale siamo interessati . Scopri di più su come scegliere correttamente un ceppo probiotico.

Nota

Il problema delle feci molli correlate ai viaggi può rovinare una vacanza, ma può essere risolto in adulti sani.

Il ceppo probiotico LGG® potrebbe contribuire a ridurre gli   episodi di feci molli correlate ai viaggi

Uno studio scientifico ha approfondito l'impatto del consumo del ceppo probiotico LGG® sugli episodi di feci molli correlate ai viaggi. Lo studio è stato condotto su pazienti adulti sani che si sono recati in Asia, Africa e America centrale e meridionale. Lo studio è iniziato 2 giorni prima della partenza e si è concluso l'ultimo giorno del viaggio.2 I partecipanti hanno ricevuto il ceppo LGG® o un placebo. Solo il 3,9% del gruppo che ha assunto LGG® ha sperimentato episodi di feci molli correlate ai viaggi, rispetto al 7,4% del gruppo placebo.2 Inoltre, a sostegno
di questi risultati, un secondo studio condotto su 756 persone recatesi in Turchia ha dimostrato come l'assunzione del ceppo probiotico LGG®1 abbia contribuito ad una significativa riduzione degli episodi di feci molli correlate al viaggio, rispetto al gruppo placebo.

 

Una specifica miscela di ceppi probiotici può risultare utile per la salute dei viaggiatori

Studi scientifici dimostrano il possibile impatto positivo di una miscela specifica di BB-12 ®, LA-5®, STY-31 e LBY-27 sull' apparato gastrointestinale. 3, 4
94 viaggiatori hanno ricevuto in modalità randomizzata una miscela di fermenti probiotici o placebo, a partire da 2 giorni prima del viaggio e per la durata del soggiorno di 2 settimane in un paese ad alto rischio. Il gruppo che ha assunto la miscela di fermenti probiotici ha riscontrato una riduzione del 39% di episodi di feci molli correlate ai viaggi rispetto al gruppo placebo.3
Un altro studio ha analizzato come i viaggi influenzassero i movimenti intestinali dopo il ritorno a casa, i viaggiatori hanno consumato la miscela specifica di fermenti probiotici o un placebo prima, durante e dopo il viaggio. Non solo il consumo del mix probiotico potrebbe aver contribuito ad un minor numero di episodi di feci molli, ma nessuno ha avuto problemi di stomaco una volta rientrato a casa, mentre il 18% del gruppo placebo li ha avuti.4

 

I probiotici possono essere utili per viaggiare all'estero

Il consumo del ceppo probiotico LGG® o della miscela specifica dei ceppi BB-12®, LA-5®, STY-31 e LBY-27 potrebbe essere utile per sostenere la regolarità gastrointestinale durante i viaggi all'estero.1, 2, 3, 4, 13

Per maggiori informazioni, consultare un professionista sanitario.

Scopri come ridurre gli episodi di feci molli nei bambini.

UFC: Unità Formanti Colonie

BB-12 ®, LA-5®, STY-31 e LBY-27 sono marchi di Chr. Hansen A/S.

L'articolo è fornito per scopi informativi riguardanti i fermenti probiotici e non intende suggerire che qualsivoglia sostanza citata nel documento sia destinata a diagnosticare, curare, mitigare, trattare o prevenire qualsiasi malattia.

Lactobacillus rhamnosus, LGG®

Lactobacillus rhamnosus, LGG® è il ceppo probiotico più documentato al mondo. Il ceppo LGG® ha dimostrato benefici a tutte le età e in diverse aree della salute, tra cui quella digestiva, del sistema immunitario e orale.

LGG® è un marchio di Chr. Hansen A/S.

Bifidobacterium, BB-12® 

Il ceppo probiotico Bifidobacterium, BB-12® è il Bifidobacterium probiotico più documentato al mondo. È stato ampiamente studiato e sono stati riscontrati benefici in diverse aree della salute.

BB-12® è un marchio di Chr. Hansen A/S.

Lactobacillus acidophilus, LA-5®

Il ceppo probiotico Lactobacillus acidophilus, LA-5® ha dimostrato benefici per la salute, inclusa quella dell'apparato digerente, se utilizzato in combinazione con Bifidobacterium, BB-12®.

LA-5® e BB-12® sono marchi di Chr. Hansen A/S.

Elenco bibliografico

  1. Oksanen PJ, et al. Ann Med. 1990;22(1):53-6. (PubMed)
  2. Hilton E, et al. J Travel Med. 1997;4(1):41-3. (PubMed)
  3. Black FT, et al. In: Steffen R, et al., editors. Travel Medicine: Proceedings of the First Conference on International Travel Medicine, Zürich, Switzerland, 5–8 April 1988. Berlin, Heidelberg: Springer Berlin Heidelberg; 1989. p. 333-5.
  4. Black FT, et al. 1988. Unpublished data.
  5. Mayo Clinic. Accessed June 12, 2020. (Source)
  6. Centers for Disease Control and Prevention. Accessed June 12th, 2020. (Source)
  7. Steffen R, et al. JAMA. 2015;313(1):71-80. (PubMed)
  8. Steffen R, et al. J Travel Med. 2004;11(4):231-7. (PubMed)
  9. Leung AKC, et al. Recent Pat Inflamm Allergy Drug Discov. 2019;13(1):38-48. (PubMed)
  10. Al-Abri SS, et al. Lancet Infect Dis. 2005;5(6):349-60. (PubMed)
  11. Leggat PA, Goldsmid JM. Travel Med Infect Dis. 2004;2(1):17-22. (PubMed)
  12. Ericsson CD. Int J Antimicrob Agents. 2003;21(2):116-24. (PubMed)
  13. Bae JM. Epidemiol Health. 2018;40:e2018043 (PubMed)

Cosa sono

i probiotici?

Scopri di più su cosa sono i probiotici e su come influenzano le condizioni di salute

Cosa fare

cerca

Leggi i consigli chiave su come scegliere un prodotto probiotico di alta qualità

I nostri ceppi

Scopri di più su alcuni dei ceppi probiotici più documentati al mondo e sui loro diversi benefici per la salute

Share this with: