Questo sito web è destinato esclusivamente a informare e dare informazioni generali sui ceppi probiotici per i professionisti del settore sanitario e alimentare

I probiotici possono ridurre l'impatto economico legato ai disturbi delle vie respiratorie

Salute del sistema immunitario economia sanitaria BB-12® LGG®
6 Min lettura

I risultati di un importante studio affermano che il regolare consumo di probiotici potrebbe contribuire a ridurre i costi associati ai disturbi delle vie respiratorie.1 Solo negli Stati Uniti, il consumo di probiotici è stato associato alla riduzione di oltre 54 milioni di giorni lavorativi persi per malattia all'anno.1

Nota

In media, le persone perdono 1,7 giorni di lavoro a causa dei disturbi alle vie respiratorie. 2

I disturbi alle vie respiratorie sono comuni e possono gravare sulle famiglie e sulla società 

I disturbi alle vie respiratorie sono comuni. Solo negli Stati Uniti, si stima che ogni anno si verifichino 33 milioni di casi di disturbi alle vie respiratorie.3
Anche escludendo i costi di ospedalizzazione, i disturbi alle vie respiratorie possono mettere a repentaglio la salute delle famiglie, delle società e delle economie a causa dei costi associati alla visite mediche del personale sanitario, all'acquisto di medicinali e alla perdita di produttività sul posto di lavoro. 4
  I probiotici possono contribuire a ridurre il numero di casi di disturbi alle vie respiratorie.5, 6 Nello specifico, diversi studi clinici hanno dimostrato che il consumo dei ceppi probiotici Lactobacillus rhamnosus, LGG® e Bifidobacterium, BB-12®   (di seguito indicati mediante i marchi registrati LGG ® e BB-12®) potrebbe apportare benefici alla salute del sistema respiratorio, con conseguente riduzione degli episodi di disturbi alle vie aeree, 7, 8, 9, 10

To view this content, consent for functional cookies needs to be given. Click this text to open the consent form.

I ceppi LGG® e BB-12® possono contribuire a ridurre i disturbi delle vie  respiratorie

Studi clinici su bambini hanno dimostrato che l'assunzione giornaliera di LGG® è associata a: 

  • Minore incidenza di disturbi delle vie respiratorie superiori9
  • Minore incidenza dei disturbi alle vie respiratorie di durata superiore a tre giorni8, 9
  • Sensazione di malessere per un lasso di tempo inferiore9
  • Minore incidenza di problemi dell'apparato digerente di durata superiore a due giorni8

Rispetto al gruppo del placebo, i bambini che avevano assunto LGG® hanno registrato molti meno giorni di assenza dall'asilo nido.9 Maggiori informazioni su LGG®sui probiotici e sulla salute respiratoria.
Un risultato simile è stato riscontrato negli adulti. 7 Studenti sani di un college che hanno ricevuto una combinazione dei ceppi probiotici LGG® e BB-12® per 12 settimane hanno registrato il 33% di giorni in meno caratterizzati da disturbi respiratori. Hanno anche avuto meno disturbi rispetto a chi ha ricevuto un placebo.7 Maggiori informazioni su BB-12® e supporto alla salute immunitaria con i probiotici.

I probiotici possono contribuire a ridurre i costi economici associati ai disturbi delle vie respiratorie

I risultati di uno studio condotto nel 2019 suggeriscono che consumare probiotici può contribuire a ridurre i costi associati ai disturbi delle vie respiratorie.1 Lo studio sull'economia sanitaria è durato cinque anni e ha dimostrato che, solo negli Stati Uniti, l'uso di probiotici è associato alla riduzione del numero annuale di giorni di assenza dal lavoro di oltre 54 milioni1. È interessante notare che lo studio evidenzia la possibilità di ridurre, ogni anno, gli interventi di assistenza sanitaria. 1

I probiotici potrebbero apportare dei benefici alla salute e l'economia

Gli studi discussi suggeriscono che i  probiotici possono ridurre i disturbi delle vie respiratorie, contribuendo a ridurre i costi economici associati. Pertanto, l'integrazione della dieta con fermenti probiotici può non solo essere vantaggiosa per la salute7, 8, 9, 10, ma potrebbe anche ridurre l'impatto che i disturbi alle vie respiratorie hanno sulle famiglie, sull'economia e sulla società.1

Consultare un professionista sanitario per saperne di più, o leggere di più su come i probiotici supportano il corretto funzionamento del sistema immunitario.
 

LGG® e BB-12® sono marchi registrati di Chr. Hansen A/S.

L'articolo è fornito per scopi informativi riguardanti i fermenti probiotici e non intende suggerire che qualsivoglia sostanza citata nel documento sia destinata a diagnosticare, curare, mitigare, trattare o prevenire qualsiasi malattia.

 
uomini che camminano in città con la bicicletta, parlando di economia sanitaria e probiotici
<i>Lactobacillus rhamnosus</i>, LGG®

Lactobacillus rhamnosus, LGG® è il ceppo probiotico più documentato al mondo. Il ceppo LGG® ha dimostrato benefici a tutte le età e in diverse aree della salute, tra cui quella digestiva, del sistema immunitario e orale.

LGG® è un marchio di Chr. Hansen A/S.

<i>Bifidobacterium</i>, BB-12<sup>®</sup> 

Il ceppo probiotico Bifidobacterium, BB-12® è il Bifidobacterium probiotico più documentato al mondo. È stato ampiamente studiato e sono stati riscontrati benefici in diverse aree della salute.

BB-12® è un marchio di Chr. Hansen A/S.

Elenco bibliografico

  1. Lenoir-Wijnkoop I, et al. Front Pharmacol. 2019;10(980).(PubMed)
  2. Palmer LA, et al. Vaccine. 2010;28(31):5049-56.(PubMed)
  3. Biggerstaff M, et al. Am J Epidemiol. 2018;187(5):1040-50.(PubMed)
  4. Putri W, et al. Vaccine. 2018;36(27):3960-6.(PubMed)
  5. King S, et al. Br J Nutr. 2014;112(1):41-54.(PubMed)
  6. Hao Q, et al. Cochrane Database Syst Rev. 2015(2):Cd006895.(PubMed)
  7. Smith TJ, et al. Br J Nutr. 2013;109(11):1999-2007.(PubMed)
  8. Hojsak I, et al. Pediatrics. 2010;125(5):e1171-7.(PubMed)
  9. Hojsak I, et al. Clin Nutr. 2010;29(3):312-6.(PubMed)
  10. Rautava S, et al. Br J Nutr. 2009;101(11):1722-6.(PubMed)

Cosa sono

i probiotici?

Scopri di più su cosa sono i probiotici e su come influenzano le condizioni di salute

Cosa fare

cerca

Leggi i consigli chiave su come scegliere un prodotto probiotico di alta qualità

I nostri ceppi

Scopri di più su alcuni dei ceppi probiotici più documentati al mondo e sui loro diversi benefici per la salute

Share this with: